Ecco come posare la carta da parati

carta-da-paratiLa carta da parati posata su una solo parete è una soluzione molto intelligente per valorizzare l’ambiente. La carta da parati è state sempre usata, noteremo questo fenomeno nelle case antiche che preferivano tappezzare tutta la casa. Oggi si preferisce tappezzare solo una parete della casa per risaltare l’arredamento o la presenza di un elemento architettonico come un arco o un muro curvo. Prima di iniziare a posare la carta da parati serve avere a portata di mano tutti i materiali necessari come la carta da parati, matita da muratore, forbici da tappezziere, cutter, spazzola, pennellessa stendicolla, rullo di gomma, secchio per colla e anche filo a piombo. Per sapere quanti rotoli ci vogliono bisogna prendere bene le misure togliendo le finestre e le porte. Si consiglia di prendere sempre un rotolo in più per ogni situazione. Prima di applicare la carta da parati il muro deve essere completamente liscio perciò bisogna carteggiare e stuccare dove è necessario. Poi si sceglie la colla adatta alla carta da pareti. Per le carte da parati in cellulosa e viniliche sono consigliati adesivi a base di cellulosa e amido. Queste colle sono in polvere perciò si miscelano con l’acqua e devono riposare per 10 minuti prima di essere usate. Per il rivestimenti in tessuto si usa un altra colla vinilica già pronta in pasta. Per applicare la carta da parati si inizia dal bordo della porta o della finestra avvicinando il filo a piombo alla parete, a una distanza pari alla larghezza del telo e tracciare la prima linea verticale. Quando il foglio è incollato bisogna spazzolarlo bene per eliminare le bolle d’aria procedendo dall’alto in basso e dal centro verso i lati. In presenza di prese elettriche bisogna smontare le placche e tagliare la carta di parati a croce, piegarlo da dentro e poi bloccarlo con la placca. Infine si passa con il rullo sui punti di giunzione dei fogli e con il cutter si rifila la carta alle estremità.